Quiz di Reti di calcolatori


Ci sono 131 domande, di cui 95 verificate!

Il preambolo che viene anteposto alle unità dati IEEE 802.3:
  • permette di mantenere la rete sincrona
  • permette ai ripetitori di ritrasmettere le unità dati alla stessa velocità alla quale sono stati inviat
  • consente la sincronizzazione dei ripetitori e dei ricevitori incontrati sulla rete locale.
Nel protocollo CSMA-CA se una stazione non riceve un ACK dopo una trasmissione
  • esegue la procedura di backoff
  • esegue la procedura di jamming
  • riprova a trasmettere appena il canale diventa libero
L’instabilità dei protocolli Aloha e Slotted Aloha è causata da:
  • L’aumento del ritardo di propagazione quando il traffico offerto super una certa soglia
  • L’aumento del traffico smaltito quando il traffico offerto supera una certa soglia
  • La diminuzione del traffico smaltito quando il traffico offerto supera una certa soglia
Il formato LLC SNaP (SubNetwork Access Protocol) del protocollo IEEE 802.2 LLC
  • permette la condivisione di un mezzo trasmissivo broadcast
  • permette la coesistenza di un gran numero di protocolli di livello superiore al livello 2
  • è richiesto in internet per trasferimento di unità dati nelle sotto-reti
  • garantisce il riconoscimento di errori di trasmissione
La complessità delle procedure di instradamento utilizzate, all’interno di un nodo, per inoltrare informazioni ha maggiore influenza sulle prestazioni di una rete nel caso di
  • commutazione di pacchetto senza circuiti virtuali (modalità datagram)
  • commutazione di pacchetto con circuiti virtuali
  • commutazione di circuito
Nel modello OSI, quali delle seguenti funzioni è svolta da entità del livello sessione?
  • l’instradamento delle unità dati in una topologia non completamente connessa
  • la scelta della sintassi di rappresentazione dei dati per una sessione di lavoro
  • la definizione di punti di sincronizzazione in un flusso di unità dati
Nel caso di perdita di segmenti identificativi mediante un timeout che scade, la dimensione della finestra corrente del trasmettitore TCP
  • viene portata ad un valore pari a metà della soglia
  • viene portata ad un valore pari al valore della soglia
  • viene riportata al valore iniziale, pari ad un segmento
Il controllo di congestione nel protocollo TCPPerché?
  • non è disponibile
  • si basa su una decisione autonoma da parte del trasmettitore sulla base di eventuali riscontri, ACK, duplicati e sullo scadere del timeout
  • si basa sulla segnalazione da parte del ricevitore della finestra di ricezione disponibile
In una rete a commutazione di pacchetto operante in modalità Store & Forward, una maggiore dimensione delle unità dati
  • aumenta la complessità dell’instradamento di ogni unità dati
  • aumenta il tempo che intercorre da quando un’unità dati raggiunge l’ingresso di un commutatore a quando questa lascia il commutatore
  • aumenta il numero di operazioni che devono essere effettuate da un commutatore per trasferire la stessa quantità totale di informazione d’utente
Topologia di rete con N nodi e M canali unidirezionali. Ogni canale ha capacità C Mbit/s. L’algoritmo di instradamento è tale da distribuire uniformemente il traffico sui canali della rete. Il numero medio di canali attraversato da un pacchetto nel percorso dalla sorgente alla destinazione è pari a D. La quantità massima di traffico smaltita dalla rete aumenta se:
  • diminuisce C, a pari N, M e D
  • diminuisce D, a pari C, N e M
  • diminuisce M, a pari N, C e D
  • diminuisce N, a pari D,M e C
La dimensione della finestra corrente del trasmettitore TCP nel corso di una connessione
  • è regolata esclusivamente sulla base di segnalazione da parte del ricevitore della dimensione della finestra di ricezione per effettuare il controllo di flusso
  • varia al variare della congestione nella rete e per il controllo di flusso esercitato dal ricevitore
  • è fissa
Si consideri una rete Lan Ethernet con 10 nodi. Si partizioni la rete in due reti interconnesse da bridge trasparente. Quale tra le seguenti affermazioni è falsa?
  • Il bridge separa i domini di collisione delle due reti interconnesse
  • Le prestazioni della rete in termini di traffico smaltito migliorano in qualunque condizione di traffico, ovvero in modo completamente indipendente dalla distribuzione del traffico tra nodi
  • Il bridge introduce un ritardo aggiuntivo nelle trasmissioni tra nodi collegati mediante bridge
  • Non è necessario modificare la configurazione dei nodi collegati alla LAN per permettere un corretto funzionamento dopo la partizione della rete
Se un router riceve un pacchetto TCP corretto, incapsulato in un pacchetto Ip con intestazione con destinatario ad una porta TCP inesistente (per la quale non esiste processo applicativo in attesa)
  • Lo scarta ed invia un pacchetto ICMP alla destinazione
  • lo passa ad un processo applicativo di default che gestisce tutti i pacchetti TCP
  • scarta ed invia un pacchetto ICMP alla sorgente
  • Ignora il valore della porta TCP ed inoltra il pacchetto
Rispetto allo standard ethernet a 10 Mbit/s, nella definizione di ethernet a 100 Mbit/s, il protocollo MAC
  • è stato modificato per consentire la rivelazione più efficiente delle collisioni
  • è stato mantenuto inalterato, accettando la riduzione di un fattore dieci (circa) della dimensione massima del collision domain
  • è stato mantenuto inalterato, mantenendo inalterata la dimensione massima del collision domain, ma aumentando di un fattore dieci le dimensioni minime della trama.
  • è stato modificato introducendo un meccanismo per evitare le collisioni (collision avoidance,), che consente di migliorare le prestazioni e supportare servizi in tempo reale.
Multiplazione statistica significa
  • uno schema fisso di multiplazione in frequenza in cui la banda assegnata ai diversi flussi informativi è proporzionale alla velocità di trasmissione
  • uno schema di multiplazione che preveda una scelta casuale tra multiplazione in frequenza e multiplazione nel tempo
  • uno schema di multiplazione che non prevede un’assegnazione predeterminata delle risorse trasmissive ai flussi informativi
L’incremento della finestra corrente del trasmettitore TCP
  • è regolata dalla solo fase di controllo di congestione detta Slow-Start
  • è regolata dalle fasi di controllo di congestione dette slowstart e di congestion avoidance
  • è regolata solo dal ricevitore
Quali delle seguenti prestazione sono possibili grazie al funzionamento Store & Forward in una rete a pacchetto?
  • la possibilità di avere diverse velocità di trasmissione tra i diversi canali attestati ad uno stesso commutatore
  • La riduzione dei ritardi di trasferimento dell’informazione attraverso un nodo di commutazione
  • La riduzione della dimensione delle intestazioni dei pacchetti.
Un protocollo selective repeat con finestra di trasmissione di dimensione Wt e finestra di ricezione Wr può funzionare solo se, essendo k il numero di bit di numerazione, si ha
  • Wt+Wr <= 2^k
  • Wt<= 2^k
  • Wr<=2^k
In reti a commutazione di pacchetto di tipo Store&Forward , l’uso di PDU di grandi dimensioni:
  • diminuisce la probabilità di perdere informazione per errore sui bit ricevuti
  • minimizza il ritardo di trasferimento perché, essendoci meno overhead dovuto alle informazioni di controllo presenti in ogni PDU, la quantità di informazione da inviare è minore.
  • richiede un’intestazione di dimensioni maggiori per consentire la gestione di tutta l’informazione contenuta nella PDU
  • aumenta il ritardo complessivo di trasferimento dell’informazione perché ogni nodo deve ricevere l’intera PDU prima di poterla inviare sul canale successivo
Distinguere comandi e risposte nelle trame del protocollo di strato 2 LaPB ha lo scopo di
  • capire se è stato inviato un bit di Poll o un bit di Final
  • capire quale sia il destinatario della trama
  • distinguere trame di supervisione da trame di informazione
Dato un numero di nodi e un numero di canali , una topologia T1 per cui la distanza media tra i nodi è più piccola di una topologia T2, in presenza di traffico uniformemente distribuito
  • consente di smaltire sui canali la stessa quantità di traffico
  • consente di smaltire sui canali una quantità di traffico inferiore
  • consente di smaltire sui canali una quantità di traffico maggiore
I protocolli a finestra sono anche chiamati ARQ perché
  • nel caso di un mancato ritorno di un ACK il ricevitore chiede la ritrasmissione
  • lo scadere del timeout del trasmettitore corrisponde ad una richiesta automatica di ritrasmissione
  • nel caso di arrivo di un pacchetto errato il ricevitore chiede la ritrasmissione
Il meccanismo di Network Address Translation (NAT)
  • realizza in termini OSI una funzione di mapping tra 3 indirizzi e 2 indirizzi
  • può modificare gli indirizzi IP dei pacchetti
  • permette di associare l’indirizzo logico di un host all’indirizzo IP
La tecnologia Frame Relay
  • il trasferimento di unità dati di dimensione fissa su circuiti virtuali
  • il trasferimento di unità dati di dimensione variabile su circuiti virtuali
  • il trasferimento di unità dati di dimensione fissa su circuiti non virtuali
In una sottorete IP (Logical IP Subnet)
  • gli host condividono lo stesso prefisso di rete
  • il prefisso di rete è sempre costituito dai primi tre byte dell’indirizzo
  • fornisce un rilevamento di errore sui dati di ogni segmento mediante un checksum
  • fornisce un rilevamento di errore solo sull’intestazione del segmento
  • non fornisce un rilevamento e recupero di errore sui dati
Si considerino due LAN (Ethernet 10 BaSE T) A e B, collegate da un bridge B1 e un router R1 (B1 e R1 sono in parallelo tra le due LAN). Si supponga che il bridge e il router abbiano entrambe le porte attive e conoscano tutti gli indirizzi (Mac e IP rispettivamente) degli host collegati alle due LAN. Quando un host collegato alla LAN A trasmette un pacchetto IP verso un host collegato alla LAN B
  • Il pacchetto è inoltrato alla LAN B o dal bridge o dal router, a secondo del valore dell’indirizzo mac di destinazione contenuto nel pacchetto.
  • Il pacchetto è sempre inoltrato alla LAN B solo da B1
  • Il pacchetto è inoltrato sulla LAN B Sia dal router che dal bridge
  • Il pacchetto è sempre inoltrato sulla LAN B solo da R1
Che cosa si intende per Collision Domain in Ethernet?
  • Il numero di bit dell’intestazione dei pacchetti che possono essere danneggiati da una collisione
  • La porzione di rete entro la quale viene rilevata una stessa collisione
  • L’insieme dei nodi che interrompono una trasmissione a causa di una collisione
Rispetto a sorgenti di tipo CBR (costant bitrate), le sorgenti di tipo VBR (variable bit rate)
  • Hanno maggiore differenza tra massima e minima velocità di trasmission
  • Hanno requisiti più stringenti sul ritardo massimo
  • Hanno requisiti più stringenti sul ritardo medio
Rispetto a fast ethernet a 100Mbit/s (100 Base T), Ethernet a 1Gbit/s permette di rispettare i vincoli temporali sul riconoscimento delle collisioni:
  • diminuendo la distanza tra i nodi
  • aumentando la dimensione minima delle PDU
  • imponendo la fibra ottica come mezzo trasmissivo
In caso di perdita di segmenti identificata mediante la ricezione di tre riscontri (ACK), la dimensione della finestra corrente del trasmettitore TCP reno
  • viene portata a metà della dimensione della finestra del ricevitore
  • viene riportata al valore iniziale, pari ad un segmento
  • viene portata a metà del valore corrente
I vantaggi dei servizi di tipo circuito virtuale rispetto ai servizi di tipo datagram in commutazione di pacchetto sono
  • minore ritardo dei pacchetti, calcolo dell’instradamento per ogni pacchetto
  • minore variabilità dei ritardi dei pacchetti, mantenimento della sequenza dei pacchetti dall’instradamento per ogni pacchetto
  • minore variabilità dei pacchetti, mantenimento della sequenza dei pacchetti dell’instradamento solo in fase di apertura della connessione
Il preambolo che viene anteposto alle unità dati IEEE 802.3:
  • permette di mantenere la rete sincrona
  • permette ai ripetitori di ritrasmettere le unità dati alla stessa velocità alla quale sono stati inviati
  • consente la sincronizzazione dei ripetitori e dei ricevitori incontrati sulla rete locale
L’architettura di protocolli Internet è organizzataPerché?
  • In sette livelli
  • In quattro livelli
  • In sei livelli
  • In modo completamente non stratificato
Un protocollo go back N con finestra di trasmissione di dimensione WT
  • può funzionare solo usando un numero di bit di numerazione maggiore o uguale a log2 (WT )
  • può funzionare solo usando un numero di bit di numerazione maggiore o uguale a log2 (WT − 1)
  • può funzionare solo usando un numero di bit di numerazione maggiore o uguale a log2 (WT + 1)
L'instabilità dei protocolli Aloha e Slotted-Aloha è causata da:Perché?
  • L'aumento del ritardo di propagazione quando il traffico offerto supera una certa soglia
  • L'aumento del traffico smaltito quando il traffico offerto supera una certa soglia
  • La diminuzione del traffico smaltito quando il traffico offerto supera una certa soglia
L'intestazione (header) del segmento TCP, ovvero la PCI del protocollo TCP,Perché?
  • è sempre di dimensione fissa pari a 20 byte
  • è di dimensione variabile a seconda delle opzioni presenti
  • è di dimensione fissa pari a 40 byte
La segnalazione a canale comune prevede chePerché?
  • l’informazione di più utenti sia trasmessa con segnali diversi su di uno stesso canale di trasmissione
  • ad ogni canale dedicato alla trasmissione dei dati d’utente sia associato un diverso canale per la segnalazione
  • gli apparati di controllo delle centrali di commutazione si scambino le informazioni di segnalazione in commutazione di pacchetto
  • la segnalazione tra le centrali di commutazione avvenga condividendo un solo canale via satellite
I tre elementi fondamentali che costituiscono un protocollo sono: Perché?
  • Algoritmi, formati, temporizzazioni
  • Algoritmi, servizi, temporizzazioni
  • Algoritmi, formati, entità
Allo stato attuale della tecnologia, è possibile trasmettere informazione senza amplificazione lungo la tratta trasmissiva su distanze maggiori utilizzandoPerché?
  • i doppini telefonici
  • le fibre ottiche
  • i cavi coassiali
  • il canale hertziano (satellite, radio)
Che cosa è indispensabile per Ethernet in modalità full-duplex?Perché?
  • La possibilità di ricevere e trasmettere simultaneamente pacchetti
  • La disponibilità di tecniche di protezione da guasti attraverso due percorsi disgiunti tra ogni coppia di nodi
  • Il pieno supporto sia alla velocità di 10 Mbit/s, sia alla velocità di 100 Mbit/s
Data una finestra di congestione corrente al trasmettitore di dimensione W segmenti, durante la fase di congestion avoidance, la finestra del trasmettitore TCPPerché?
  • raddoppia quando si sono ricevuto W riscontri (ACK)
  • cresce di un segmento per ogni riscontro (ACK) ricevuto
  • cresce di 1/W segmenti per ogni riscontro (ACK) ricevuto
Gli indirizzi IP versione 4 di classe C caratterizzano:Perché?
  • (poche) reti con un grande numero di host
  • comunicazioni multicast
  • (molte) reti con un piccolo numero di host
Gli indirizzi IP versione 4 sono:Perché?
  • di lunghezza variabile, composti da una parte di lunghezza variabile che identifica la rete e da una parte di lunghezza variabile che identifica l'host
  • di lunghezza totale fissa, composti da una parte di lunghezza fissa che identifica la rete e da una parte di lunghezza fissa che identifica l'host
  • di lunghezza totale fissa, composti da una parte di lunghezza variabile che identifica la rete e da una parte di lunghezza variabile che identifica l'host
I protocolli a finestra possono essere usatiPerché?
  • solo per le comunicazioni che utilizzano una connessione
  • sia per le comunicazioni che utilizzano una connessione che per quelle che non la utilizzano
  • solo per le comunicazioni che non utilizzano una connessione
I protocolli CSMA e CSMA-CDPerché?
  • cercano di evitare l'interferenza tra le trasmissioni di utenti che condividono un canale broadcast mediante un ascolto preventivo dello stato del canale; la trasmissione può avere inizio solo se il canale viene ascoltato libero
  • cercano di evitare l'interferenza tra le trasmissioni di utenti che condividono un canale broadcast mediante un ascolto preventivo dello stato del canale; la trasmissione può avere inizio solo se il canale è effettivamente libero
  • non implementano alcun controllo preventivo per evitare l'interferenza tra le trasmissioni di utenti che condividono un canale broadcast; solo nel caso di interferenza (collisione) si interviene, ripetendo la trasmissione dopo un ritardo casuale
I protocolli CSMA e CSMA-CD ammettono versioni 1-persistenti e versioni non-persistenti;Perché?
  • in entrambi i casi, se l’ascolto del canale indica che questo è occupato, il tentativo di trasmissione viene posposto di un ritardo casuale
  • nel caso delle versioni 1-persistenti, se l’ascolto del canale indica che questo è occupato, il tentativo di trasmissione viene posposto di un ritardo casuale; nel caso delle versioni non-persistenti, se l’ascolto del canale indica che questo è occupato, la trasmissione ha inizio non appena termina la trasmissione in corso
  • nel caso delle versioni non-persistenti, se l’ascolto del canale indica che questo è occupato, il tentativo di trasmissione viene posposto di un ritardo casuale; nel caso delle versioni 1-persistenti, se l’ascolto del canale indica che questo è occupato, la trasmissione ha inizio non appena termina la trasmissione in corso
I tre elementi fondamentali che definiscono un protocollo sono:Perché?
  • algoritmi, formati, temporizzazioni
  • algoritmi, formati, entità
  • algoritmi, servizi, temporizzazioni
I vantaggi della commutazione di pacchetto rispetto alla commutazione di circuito sonoPerché?
  • migliore efficienza in presenza di servizi che generano traffico con elevato grado di intermittenza, possibilità di conversione di velocità, formati e protocolli, minor variabilità dei ritardi dei pacchetti
  • migliore efficienza in presenza di servizi che generano traffico con basso grado di intermittenza, trasparenza nel trasferimento delle informazioni, minor variabilità dei ritardi dei pacchetti
  • migliore efficienza in presenza di servizi che generano traffico con elevato grado di intermittenza, possibilità di conversione di velocità, formati e protocolli, possibilità di controllo di correttezza
I vincoli sulla massima estensione di una rete locale IEEE 802.3 (CSMA/CD) derivanoPerché?
  • sia dal ritardo di propagazione dei segnali da un estremo all’altro della rete, sia dall’attenuazione dei segnali sui mezzi trasmissivi
  • sia dall’attenuazione dei segnali sui mezzi trasmissivi, sia dai ritardi massimi tollerati dagli utenti del servizio MAC
  • dal numero di bit che sarebbero necessari per numerare le unità dati nel caso di grandi ritardi di propagazione
Hai letto tutte le domande!